Il Pagellone del Lunedì.

Il Pagellone del Lunedì – 4° Giornata (21/22 Settembre)

Merkel Alexander, np: sarà questo l’anno per il centrocampista dell’Udinese? Per ora pare di no. Panchinaro.

Brunetta, voto 3: senza motivo, cosi’, di stima.

Marina Sereni, voto 4: dirige l’assemblea del Pd come Gaucci il Perugia. Non si capisce se la retrocessione in B sia dovuta a incapacitá o malafede. Rottamati.

Angela Merkel, voto 4. Si è vero, ha trionfato andando oltre il 40%, è al suo terzo mandato consecutivo (come Margaret Thatcher e questo gli fa abbassare il voto, quindi è 3), però lei e i suoi sacrifici ci sono cordialmente antipatici. Culona di ferro.

Matteo Renzi, voto 5: scopre che gli operai non votano il Pd. Gielo avrá detto Sergio Marchionne a pranzo. Pare che per risolvere il problema stia per evocare, tramite seduta spiritica, Gianni Agnelli.

Donadel, voto 6: ritorna in campo il centrocapista veneto, dopo la non brillante esperienza partenopea. Appena il giocatore si è tolto la maglia per entrare in campo, Conte ha ordinato ai bianconeri di buttare subito fuori la palla per favorire il cambio! Voto d’incoraggiamento.

Cacciatore, voto 6: prestazione sufficiente, degno di nota solo per l’esultanza, ignorante come un tema a quattro mani Cassano-Insigne, nemmeno se la sinistra vincesse l’elezioni si potrebbe esultare cosi.

Britos, voto 7: riscatta tutti quelli che sono stati presi in giro per averlo acquistato al fantacalcio.

Llorente, voto 7: il Rey Leòn di Pamplona ha dimostrato che oltre la bellezza c’è di più. A dir la verità, contro questa difesa del Verona, anche il Condor Agostini avrebbe fatto il Van Basten! Riscatto.

Milito, voto 8: Rientro da sogno per El Principe, doppietta dopo un lungo stop. Dovuti i ringraziamenti alla difesa del Sassuolo, Thohir devo loro un paio di birre, ma il ritorno in campo di Milito è una bella notizia per tutti i tifosi.

Reina, voto 9: grande partita del portiere azzurro, para tutto e da sicurezza all’intero reparto difensivo. Ipnotizza SuperMario e per la prima volta l’attaccante milanista sbaglia un penalty. Giucas Casella

Tevez, voto 10: l’eroe dei due mondi segna un gol d’altri tempi, doppio passo in corsa e palla sul palo lontano. Dopo aver dedicato il primo gol a Fuerte Apache, stavolta il barrio prescelto è “La Ciudad Oculta” (ne parleremo sul Blog). Il Ken Loach della Juventus sta scrivendo giornata dopo giornata il Manifesto “Fútbol y Libertad”. Con Higuain e Bergoglio, i giornali italiani stanno diventando la succursale italiana del Clarin.

La Redazione.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...