CORI ANTINAPOLETANI, ZITTI PARLA IL VESUVIO

vesuvio71

 

 

 

Mettiamoci tutti quanti un attimo nei panni del Vesuvio. Questo povero vulcano attivo, tirato per la giacca da tutte le parti, e lavali, lavali con il fuoco a questi napoletani puzzolenti, sporchi, zuzzusi, che non solo sono sporchi, puzzolenti e zuzzusi ma poi si permettono pure di giocare a calcio e di dominare finanche le classifiche di serie A. Cioè, è un dramma non indifferente. Io me l’immagino al Vesuvio, che da sotto a quel tappo di rimmasuglia dell’ultima eruzione tra sé e sé si agita, rimugina, borbotta, jastemma. Mi pare quasi di sentirlo. “Ma che vogliono questi da me? ‘Sti tifosi delle altre squadre, dico. Juventini, interisti, milanisti. Mo’ pure i fiorentini. Lavali col fuoco, dicono. Eh. Hai detto niente. Innanzitutto per lavarli con il fuoco a questi napoletani io comunque devo eruttare e non so se è tanto il caso dal momento che a)non è che stanno tutti quanti di casa sotto da Continua a leggere

Auguri D10S!

diego-maradona_5737267_550x413La redazione di #volevoilrigore vuole augurare un buon compleanno a Diego Armando Maradona ricordando due momenti simbolo della sua vita.
Il primo è il famoso riscaldamento prima della semifinale di coppa Uefa contro il Bayern Monaco all’Olympiastadion.

Continua a leggere

Il Pagellone del Lunedì

moscaIl Pagellone del Lunedì – 9ª Giornata.

I signori delle tessere, voto 2: strano, ma vero, pare che ci sia un’irresistibile voglia di far parte del Pd! Poi si scopre che si tratta di gente che non ha mai votato il partito e non sa nemmeno per cosa stia votando in quel momento. Stanno stuprando i congressi locali del Pd.

Brunetta, voto 3: di stima, come sempre.

Belfodil, voto 4: non brilla, anzi riesce anche a farsi espellere nonostante l’Inter giochi bene. Ci chiediamo cosa gli sia successo nel trasferimento da Parma a Milano. Pecora nera.

Difesa del Milan, voto 4: e che ne parliamo a fare. Senza speranze. Continua a leggere

Il Pagellone del Lunedì.

moscaIl Pagellone del Lunedì – 8ª Giornata.

La nuova grafica di Repubblica.it, senza voto: incommentabile.

Mario “cicciopoker” Adinolfi, voto 0: A L’Aria che tira definisce «non fastidiosa ma inadatta a vincere, la sinistra “marginale”». Fastidioso, oltre che inadatto a vincere.

Daniela Santanchè, voto 2: dà del traditore a Napolitano ma se ne sono accorti solo i suoi colleghi del Pdl che hanno preso le distanze dalle sue affermazioni. Inutile.

Brunetta, voto 3: di stima come sempre.

Rondolino voto 4: se fossimo nell’epoca vittoriana sarebbe da 10. Incarna perfettamente la sinistra del 1800. Su Europa si sentirà a casa come si è trovato bene sul giornale di Sallusti. Ipocrita.

Buffon, voto 4: il portierone nazionale perde colpi. Saranno gli anni che avanzano, sarà un momento no, sarà la Seredova, sarà però che per il mondiale ci servi in grande forma. Gigi riprenditi. Continua a leggere

Il Pagellone del Lunedì.

moscaIl Pagellone del Lunedì – 8ª Giornata.

La nuova grafica di Repubblica.it, senza voto: incommentabile.

Mario “cicciopoker” Adinolfi, voto 0: A L’Aria che tira definisce «non fastidiosa ma inadatta a vincere, la sinistra “marginale”». Fastidioso, oltre che inadatto a vincere.

Daniela Santanchè, voto 2: dà del traditore a Napolitano ma se ne sono accorti solo i suoi colleghi del Pdl che hanno preso le distanze dalle sue affermazioni. Inutile.

Brunetta, voto 3: di stima come sempre.

Rondolino voto 4: se fossimo nell’epoca vittoriana sarebbe da 10. Incarna perfettamente la sinistra del 1800. Su Europa si sentirà a casa come si è trovato bene sul giornale di Sallusti. Ipocrita.

Buffon, voto 4: il portierone nazionale perde colpi. Saranno gli anni che avanzano, sarà un momento no, sarà la Seredova, sarà però che per il mondiale ci servi in grande forma. Gigi riprenditi. Continua a leggere

Il Pagellone Nazionale.

mosca

Moratti, senza voto: evitiamo ogni commento su Moratti per non turbare la componente interiste della redazione, che essendo già interista e di sinistra non merita altre sofferenze.

Brunetta, voto 3: con immutata stima, come sempre.

Abate, voto 4: Vedendolo giocare in Nazionale si capisce perchè il Milan prenda tanti gol, ma non si capisce perchè Prandelli continua a convocarlo in nazionale.

La Coldiretti, voto 6,5: pur di comparire sui giornali, sono gli unici a dare un giudizio positivo alla legge di stabilità del governo Letta.

Balotelli, voto 6.5: una valutazione agrodolce per il ragazzone milanista. Considerando la spedizione azzurra nel suo complesso, il suo voto oscillerebbe tra il 4 e il 7. Un maestro elementare direbbe “è bravo ma non si applica”. Continua a leggere

Herbert Chapman, l’ingegnere “cannoniere”.

chapmanDi L’interista

Se dovesse mai esistere una classifica sui grandi innovatori del calcio di sicuro Herbert Chapman si troverebbe tra le posizioni di testa.
Dopo una laurea in ingegneria e una modesta carriera da calciatore Chapman divenne allenatore: prima al Northampton Town, poi al Leeds City e si afferma nell’Huddersfield Town, dove vince tre campionati e due FA Cup; fu anche il primo allenatore professionista della nazionale inglese. È all’Arsenal, però, dove il suo nome si lega alla storia.
Quando nel 1925 arrivò nei Gunners, che all’epoca erano una squadra ricca ma mediocre, che non aveva trofei in bacheca, un po’ come il Pd, promise che in cinque anni avrebbe portato un trofeo ad Highbury.
Continua a leggere