Il Pagellone del Lunedì

moscaIl Pagellone del Lunedì – 9ª Giornata.

I signori delle tessere, voto 2: strano, ma vero, pare che ci sia un’irresistibile voglia di far parte del Pd! Poi si scopre che si tratta di gente che non ha mai votato il partito e non sa nemmeno per cosa stia votando in quel momento. Stanno stuprando i congressi locali del Pd.

Brunetta, voto 3: di stima, come sempre.

Belfodil, voto 4: non brilla, anzi riesce anche a farsi espellere nonostante l’Inter giochi bene. Ci chiediamo cosa gli sia successo nel trasferimento da Parma a Milano. Pecora nera.

Difesa del Milan, voto 4: e che ne parliamo a fare. Senza speranze.

Matteo Renzi, voto 5: Nell scorso pagellone gli avevamo dato un voto alto di fiducia. Lui con la metafora del capitano nella sua mozione pareva aver capito e rilanciato. Poi la Leopolda. Senza simboli del Pd. Come se il capitano non indossasse la divisa per non offendere i tifosi delle squadre avversarie. Senza speranza.

Jonathan, voto 6,5: sembra assurdo che Jonathan possa arrivare alla sufficienza. Zittisce per una giornata i detrattori con un gol ed una buona prestazione. Rinato.

Bradley, voto 7: da buon americano spia la difesa friulana e quando meno te l’aspetti l’affonda con un drone da fuori area facendo felice il francospagnolo Garcia. Alleanza atlantica.

Klose, voto 8: a volte ci dimentichiamo che l’uomo dei record è un polacco che gioca nel nostro campionato. Entra, prende tutti i palloni sopra i due metri, segna e fa segnare. Per Brasile 2014 c’è anche lui. Beati i tedeschi che hanno lo ius soli.

Palacio, voto 8: corre, dribbla e segna. Cosa chiedere di più ad un attaccante? Immenso.

Tevez, voto 8: altro gol altra maglia. Un po’ Gino Strada, un po’ Che Guevara, un po’ Cassius Clay.

Martens, voto 8: C’è un piccolo paese spaccato a metà che ai prossimi mondiali farà faville. È il Belgio che tra fiamminghi e francofoni gioca a calcio e si diverte. In Italia abbiamo Mertens mentre la Premier League ha un campionario ben più ampio da ammirare. Chapeau.

Parolo, voto 8,5: già a quota cinque reti, ieri doppietta con gol fantastico su punizione in zona Cesarini. Rende amara l’ennesima domenica per i milanisti. La battuta “il Milan è rimasto senza parolo” non era nemmeno quotata.

Rudi Garcia, voto 9: come le vittorie della Roma. Artigiano del calcio rimette la chiesa al centro del villaggio e il centro (geografico) in testa al campionato.

I pompieri, voto 10: a largo dei colli Albani stanno spegnendo un autobus con nostra vibrante soddisfazione!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...