Pagellone del Martedì (16/12

moscaBrunetta, voto 3: a imperitura stima.

Gabriel, voto 3: Come il Mago di “mai dire Tv” fa comparire un rigore per la Roma in azione che di pericoloso aveva i capelli di Gervinho e fa scomparire Emanuelson con un diretto degno del miglior Tyson. Iron Gabriel (http://www.youtube.com/watch?v=1jK7AVHft4U#t=207 )

Obama, voto 4: durante il funerale di Mandela fa il brillante con la vicina di posto, la premier danese Schmidt. Dopo poco istanti il presidente americano cambia seggiolino. Non c’è niente da fare, non importa tu chi sia, quando tua moglie decide, tu cambi posto!

Difesa del Milan, voto 4: a breve partirà la rubrica “offendi anche tu la difesa del Milan”. Nel frattempo in aiuto dei difensori milanisti è arrivato Gabriel. Dalla padella alla brace.

Difesa del Napoli, voto 4: vai alla voce “difesa del Milan”.

Grillo, voto 4: Parole, parole, parole. Stamattina prende uno spappellotto anche da Travaglio. Otto milioni di voti nel congelatore: peggio di una campagna acquisti di Moratti.

Sfide, voto 5: speriamo sia stato solo un errore il punto interrogativo nel titolo della scorsa puntata “Maradona è meglio di Pelè?” Per noi questa è non è una domanda ma un affermazione: Maradona è meglio di Pelè!”

Pina Picierno, voto 5: Nella sua prima intervista da componente della segreteria Renzi annuncia la sua contrarietà al ripristino delle preferenze. Da un punto di vista di simpatia e della condivisione prodotta nell’elettorato PD, la vicenda è paragonabile solo alla simpatia e alla condivisione prodotta nei tifosi napoletani dalla scelta di Pandev di calciare il rigore al posto di Insigne.

Thohir, voto 5: Arriva in Italia, guarda la sua squadra in televisione a Roma e si lamenta dell’arbitro. Tanto valeva aprire un Inter Club a Jakarta.

Renzi, voto 6: prende l’avversario (Grillo) in contropiede, scendendo in campo col suo stesso schema. Ma attenzione al secondo tempo: se la squadra non è solida e non ha proprie idee di gioco anche l’effetto sorpresa svanisce in fretta

Mertens, voto 7: non vogliamo ripeterci, ma al Mondiale attenti al Belgio.

Tevez, voto 7: sarebbe 9 per la tripletta al Sassuolo, 10 perchè ci sta simpatico a prescindere e 2 per la “Sindrome di Ibrahimovic” da competizioni europee (il 2 perchè Ibra ci sta antipatico a prescindere). Facciamo una media e non se ne parla più: l’Apache, comunque, è sempre in volo.

Papa Francesco, voto 8: il 2013 è proprio il suo anno. Viene eletto Papa, la sua squadra del cuore diventa campione d’Argentina, gli manca solo una proposta di matrimonio da Penelope Cruz. Peccato per il voto di castità.

Mazzarri, voto 8: Anche qui una media. Altissima. 8 dall’ordine degli psicologi: dopo le sue interviste, il forte grado di depressione collettiva che si ingenera negli ascoltatori (anche in quelli che tifano per la squadra che ha vinto) procura loro una mole continua di nuovi pazienti. 8 anche dalla “Lega Coffee Shop di Amsterdam”, che ha lanciato la seguente campagna pubblicitaria: “Vi sentirete come uno che ha perso 4-2 ma è convinto di aver dominato la partita”. Come sa piangersi addosso lui, nessuno mai. Inimitabile.

Borja Valero, voto 8: gli mancano i capelli ma non la classe e la tecnica. Un piacere vederlo giocare.

Bambini in curva allo Juventus Stadium, voto 8: Anche questa settimana hanno urlato “merda!” ad ogni rinvio del portiere avversario. Bravi! Contro il buonismo, l’ipocrisia da salotto e questa retorica che li vorrebbe morigerati solo perchè più piccoli anagraficamente degli ultras ufficiali. Quei bambini sono la nostra speranza per il futuro. Continuate così.

Higuain, voto 9: ottima prestazione domenica, ma il voto va per gli occhi lucidi del Pipita dopo l’eliminazione dalla Champions. Passione e voglia di vincere, questo è il calcio che ci piace. In fondo siamo dei romanticoni

Le bestemmie, voto 9: “Provateci voi a segnare un rigore dopo che Insigne si è ingraziato tutti i santi del calendario”, pare abbia affermato Goran Pandev. “Sono stato già fortunato che un fulmine non abbia incenerito il pallone”, ha continuato il macedone. Notizie di corridoio, poi, raccontano che Pandev ha trovato anche la macchina rigata, due ruote bucate e lo stereo rubato. Ma sarà una sfortunata coincidenza.

Alessandro Birindelli, voto 9: i genitori litigano sugli spalti e lui ritira dal campo la sua squadra di esordienti. Novantadue minuti di applausi per “Birillo”.

Acerbi, voto 10: Buona Fortuna. Davvero.

Anna Trieste, voto 10: il tweet della nostra amica tifosa del Napoli, “Nientidimeno che si è difesa meglio la Cancellieri sul caso Ligresti che noi sul goal di Nagatomo”, merita anche la lode

Annunci

One thought on “Pagellone del Martedì (16/12

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...