Pagellone del Martedì.

 

mosca

 

 

 

(21-23 Dicembre)

 

Saccomanni, voto 2: parla di Maradona come se stesse parlando di Schifani. Un ministro serio penserebbe a come far ripartire l’economia non si occuperebbe di fare l’opinionista, rubando a noi il lavoro.

Tifosi del Bologna, voto 2: Durante la partita con il Genoa insultano Napoli e i napoletani, citando ancora una volta il Vesuvio. I cori erano rivolti ai supporters del Grifone solo perché gemellati con i partenopei. Stando all’atlante, se il vulcano dovesse decidere di esplodere, raggiungerebbe più facilmente Bologna di Genova. Penosi.

Brunetta, voto 3: a Natale siamo tutti più buoni e quindi al nostro Renatino gli diamo anche lode. Con immutata stima.

Francesca Pascale, voto 3: Chiede al fidanzato una Harley per Natale e B. le dice “no” perché preoccupato per la sua salute. Lei accetta di buon grado e non protesta, privando noi italiani di una scena memorabile: il Cav che sfreccia per le strade italiane in sella al bolide guidato dalla bionda napoletana, con Dudù posizionato sullo sterzo. DELUDENTE.

Influenza, voto 4: in una settimana già 450’000 contagiati. Scorretto colpire la popolazione mentre il campionato è in pausa e il Pd non fa primarie.

Walter Veltroni, voto 4: Voi ve lo eravate dimenticato. Noi nei giorni scorsi abbiamo fatto un giro per le periferie di Roma. Palazzi su palazzi, cemento su cemento, costruiti attorno a centri commerciali. Forse qualche annuncio di viaggi in Africa in meno e qualche viaggio in più fuori dal raccordo(o almeno vicino) non avrebbe fatto male. Anche se un quartiere chiamato “Caltagirone” spiega che il problema non sono solo i viaggi.

Letta, voto 5: conferenza stampa di fine anno mediocre. Neanche una battuta, un sorriso, nè una barzelletta, nè un offesa a giudici e giornalisti. In sintesi un tristissimo 0-0.

Mazzarri, voto 5: Anche vincendo il Derby riesce a concedere interviste capaci di deprimere…chiunque. Più triste del completo marrone di Occhetto.

Renzi, voto 5: La scorsa settimana gli avevamo dato la fiducia. Il suo piano per il lavoro ricorda troppo da vicino la Fornero e Ichino. E’ stato votato per cambiare l’Italia, non per portare avanti l’Agenda Monti. E’ un po’ come se uno mette Zeman in panchina e lui, la prima di campionato, schiera il catenaccio.

Balotelli, voto 5: meno di 7 mesi al Mondiale. Siamo un po’ preoccupati.

Gervinho, voto 6: ha la stessa confidenza al gol che lapo ha con la sobrietà. Riesce a colpire il palo a porta vuota, spreca l’impossibile, Totti avrà avuto gli incubi stanotte.

Verona, voto 7: rifila 4 gol alla Lazio e vola in classifica. Il suo allenatore è simpatico come Brunetta ma la sua squadra gioca bene. Rivelazione.

Allegri, voto 7: riesce ad essere più patetico di Mazzarri e manda il Milan nella seconda parte della classifica, gli interisti pregano affinchè resti su quella panchina.

Cerci e Immobile, voto 8: la coppia di attacco del Toro è in una forma straordinaria. Gol, grandi giocate e il Toro, grazie a loro, può accarezzare l’Europa.

Palacio, voto 9: il vincitore del derby è lui. La sua prova è l’unico motivo di ricordare questo derby.

Tifosi dell’Avellino, voto 10: perdono 3 a 0 ma si fanno applaudire da tutto lo Juventus Stadium. L’amore per il calcio vince sempre sull’invidia e sull’odio.

Cesena-Reggina, voto 10: al 15 minuto del secondo tempo di questa partita del campionato cadetto viene realizzato il gollonzo dell’anno. Tra i migliori di sempre

http://www.youtube.com/watch?v=QKIHe1ILFJM

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...