Il Pagellone del martedi.

Pagellone del Martedi (04/02/2014)

moscaQuagliarella, senza voto: escluso dalla lista Uefa, forse quello di troppo alla Juve era lui.

Sant’Elia, Cagliari e la Lega, senza voto: date voi il voto, anche qui c’entra un quartiere degradato, dimenticato e uno stadio che diventa una barzelletta. È rimasta una squadra che continua a fare i miracoli, perché per riportare alla memoria un’impresa sull’isola si pensa a Riva, ma questo Cagliari, in uno stadio da 5000 posti, il suo scudetto lo sta vincendo.

Rocco Casalino, voto 0: il capo ufficio stampa del senato del M5S (si è proprio vero, è il capo ufficio stampa!) ha cercato di offendere la Bignardi dicendole che è nuora di Adriano Sofri. Poveraccio.

Chi ha scritto il voto su Casalino, voto 1: non ti permettere mai più di scrivere Rocco Casalino sul Pagellone di Volevo il Rigore!

Casini, voto 2: per la serie “torna a casa Pierferdi”. Imbarazzante.

Davide Serra, voto 2: su twitter dice che l’Italia deva abbassare i salari, ai livelli della Polonia, poi da del corrotto a Treu. Toglietegli la tastiera.

Parlamentari del M5S, voto 2: prima erano solo inutili, ora sono anche dannosi.

Brunetta, voto 3: volevamo sostituirlo con Di Battista, ma la stima infinita nei suoi confronti ci ha frenati.

Ibrahimovic, voto 3: nella nuova pubblicità della Volvo recita l’inno svedese concludendo con la frase “Voglio vivere, voglio morire in Svezia”, molto simile al vecchio “Ho sempre sognato di giocare in questa squadra”. Si accettano scommesse su quale sarà la prossima nazionale in cui verrà convocato Ibra.

Inler, voto 4: qualcuno ancora cerca di difenderlo. Imbarazzante.

Thohir, voto 4: dopo le dichiarazione di Mazzarri su Kovacic nel post-partita e gli ultimi risultati dimostra di non capire molto di calcio, visto che Mazzarri e Branca sono ancora al loro posto.

Marchionne, voto 4: la Juve vola, Detroit vince il superbowl, il manager col golfino ha un pregio: porta bene allo sport cittadino. “Aglietto”.

Civati, voto 4: il deputato brianzolo è sottotono ultimamente, sparito dal dibattito, siamo preoccupati per lui.

Mazzarri, voto 5: la crisi investe tutto il paese, a Torino investono in America, a Milano a Jakarta. Va meglio ai primi.

Genova e il suo derby, voto 5: non saremo mai in grado di stabilire se il calcio moderno sia meglio di quello del passato. Ma un derby così bello ostaggio di Pay tv, questure e tifosi va difeso da questi soggetti. Perché Marassi è un quartiere con una faccia un po’ così, con quel grigio che solo le carceri al centro delle città possono avere, e a colorare questa fetta di città rimane solo il calcio.

Quello che ha dato il voto a Napolitano, voto 5: è un miserabile migliorista, Ingrao l’avrebbe preso a calci nel sedere.

Silvio Berlusconi, voto 5: non si capisce se la campagna acquisti sia finalizzata a candidare i trequartisti alle prossime elezioni o schierare Alfano-Casini al centro della difesa del Milan.

Kovacic, voto 6: di solidarietà, dover giocare con Mazzarri è una gran sofferenza per chi gioca a calcio.

Lapo, voto 7: si è presentato allo stadio vestito in maniera decente. Di questi tempi vale un successo.

Giorgio Napolitano, voto 7: dopo le scene di questa settimana, dobbiamo davvero ringraziare lui se il Paese non è crollato del tutto.

Pepito Rossi, voto 8: buon compleanno Pepito, a noi gli eroi sfortunati piacciono tanto, perché poi tornano e vincono, come i personaggi della narrativa medievale. Poi tu torni con quegli occhi tristi, perfetti per l’unica città triste dove cui ci hanno sbattuto in mezzo al caldo tropicale dell’Amazzonia brasiliana, e ci farai vincere. Animo bomber.

Paolo Cannavaro, voto 8:dopo mesi di panchina, a malincuore lascia la sua squadra e va a Sassuolo. Il Napoli perde a Bergamo e lui che fa? Difende i suoi ex-compagni contro le critiche dei tifosi. Capitano.

Toni, voto 8: Bomber senza età, ha affrontato la peggiore delle disgrazie, e ora è ancora lì a segnare e far sognare.

Osvaldo, voto 9: tre figli più quarto in arrivo, con tre donne a 27 anni. Se solo fosse cosi prolifico anche in campo.

Michele Campagnaro, voto 9: vederlo intercettare quella palla ovale e correre fino alla meta al Millennium Stadium di cardiff ha esaltato anche chi non capisce una mazza di rugby. Emozionante

Atletico Madrid, voto 9: voliamo in Spagna dove il campionato sta spezzando un incantesimo che durava da troppo tempo. Visto che oggi ci ha preso con la vena epica diciamo che tra i due cavalieri il ronzìno gode. Non svegliate Don Chisciotte Simeone e il suo esercito di colchoneros Sancho Panza. Perché i mulini a vento hanno le sembianze di Ancelotti e Messi e non sarà facile sconfiggerli.

Giuditta Pini, voto 10: la sua risposta a De Rosa (M5S) verrà ricordata come una delle cose migliori di questa legislatura. Una risata LI seppellirà.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...