Pagellone mundial – 2ª Giornata

Giovanni_Trapattoni_634410Gennaro Migliore, s.v.: Gennaro hai lasciato Sel e non vuoi entrare nel Pd. Ok, va bene, però per piacere non creare nessun partito o movimento.

Gramellini, voto 1: il “Banalissimo” sfodera un altro dei suoi luoghi comuni: il senno del poi. Critica Prandelli perché fa giocare Balotelli e non Immobile, il giorno dopo la partita col Costa Rica. Patetico.

Hodgson, voto 2: con quell’enorme potenziale offensivo non capiamo come sia riuscito a far eliminare l’Inghilterra dal mondiale.

Civati, voto 2: Pippo mancava da un po’ dal nostro pagellone, è un bravo ragazzo e avremmo fatto volentieri a meno di dargli un voto basso ma prima dice di non voler cambiare la Costituzione più bella al mondo e poi se la prende con l’immunità dei senatori, che oltre ad essere una norma di buon senso, è l’unica cosa che non viene modificata nella riforma costituzionale.

Diego Costa, voto 2: cambia casacca, insultato dai brasiliani, e viene eliminato dai gironi. Avrebbe dovuto prendere lezioni di trasformismo da Casini o Mastella.

Grecia, Giappone, Corea, voto 2: da loro non ci si aspettava certo la vittoria della coppa né il passaggio agli ottavi, però potevano almeno venire in Brasile. Wanted.

O’Leary, voto 3: l’arbitro di Bosnia-Nigeria vince il premio Byron Moreno della seconda giornata.

Spagna, voto 3: ecco, hanno fatto la fine di Monti. Speriamo solo che ora non vogliano entrare anche loro nel Pd.

Blatter, voto 3: con la stessa solita immensa stima.

Chiellini, voto 4: speriamo che si riprenda, ma col Costa Rica è stato dannoso come Razzi ad un convegno.

Capello, voto 4: caro Fabio non vorremmo essere nei tuoi panni quando dovrai spiegare a Putin il fallimento di questo mondiale. Se ti va bene, ti aspetta l’esilio in Kamčatka.

Kokorin, voto 4: inguardabile, come un comizio di Giovanardi.

Gli eredi di Colombo e Vespucci, voto 5: si sono fermati alle colonne d’Ercole, così oltre che euroscettici ci risvegliamo mondoscettici. Le europee cadono una dopo l’altra e siamo solo alla seconda giornata.

Merkel, voto 5: oggi apre al patto di stabilità “flessibile”, il pareggio della Germania col Ghana le ha fatto capire che non si vince col solo rigore, meglio tardi che mai.

Scolari, voto 6: per ora il suo Brasile non perde e non convince. Ci aspettiamo di più dai favoriti per il mondiale.

Usa, voto 7: pensate alle olimpiadi invernali, alla scherma e tanti altri sport minori. È il mondiale dei mondiali ma non per gli statunitensi, che il calcio lo amano poco, i pochi tifosi sono figli di un dio minore. In attesa della definitiva ispanizzazione dell’anagrafe americana i calciatori a stelle e strisce fanno felice il loro pubblico di nicchia.

Borges, voto 7: il costaricano gioca un’ottima partita, proprio come fa di solito su Football Manager.

Prandelli: voto 7. Siamo onesti. Ha sbagliato formazione, modulo e cambi. Ma a dirlo col senno di poi siamo bravi tutti. E nonostante parlassimo col “poi” sul “cosa avrebbe dovuto fare”, solo nella nostra redazione abbiamo qualche centinaio di opinioni divergenti. Questa caratteristica degli italiani e della stampa italiana di sparare sempre e comunque addosso al conducente, di godere con immeritata presunzione delle difficoltà altrui, non ci piace. E allora tanta fiducia e stima per il nostro ct. P.S.: però mettilo Immobile!

Vargas, voto 7: il napoletano prestato al Valencia va in gol contro la Spagna. Pare che questo sia davvero il mondiale degli uomini di Benitez.

James Rodriguez, voto 7: il numero 10 dei cafeteros trascina la sua nazionale agli ottavi. Siamo sicuri che sentiremo ancora parlare di lui.

Jones, voto 7: con il suo bellissimo gol porta gli Usa ad un passo dello storico traguardo degli ottavi. Consigliamo ai Democrats di candidarlo per il dopo Obama.

Wilmots, voto 7: non si capisce se sbaglia la formazione iniziale o è bravissimo con i cambi, comunque chi entra dalla panchina cambia la partita, ed intanto il Belgio va agli ottavi.

Wimbledon, voto 8: sempre più bello anno dopo anno, con l’uscita dai mondiali gli inglesi si consolano così. Noi? Noi abbiamo il Birra Moretti a luglio.

Belgio, voto 8: i diavoli rossi divertono e si divertono. Il bello del calcio. Non a caso questa redazione ci aveva scommesso su già da qualche mese. Ci pavoneggiamo un po’.

Klose, voto 8: Löw, al passo coi tempi, lo aveva rottamato in panchina ma Miro è entrato in campo e ha salvato la Germania con il suo quindicesimo gol mondiale. Panzer.

Cahill, voto 8: un gol da cineteca, alla Van Basten, contro gli orange.

Messi, voto 8: dimostra di essere un campione vincendo praticamente da solo contro l’Iran. Un tiro da fuori area sul secondo palo imprendibile per il portiere. Campione.

Ochoa, voto 9: eroe della patria. Il Pancho Villa del nuovo millennio.

Boschi, voto 10: l’immunità parlamentare è una norma di civiltà.

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...