Il pagellone del martedì

mosca38a Giornata.

Monti, senza voto: facciamo un appello, chi ha sue notizie ce le dia, è pur sempre l’uomo che doveva salvare l’Italia.

Vespa, voto 2: cosa non si fa per un po’ di audience?

Eloy Teruel, voto 2: tour della California, Eloy non ci può credere è primo. Alza le mani in segno di vittoria, taglia il traguardo ed esulta. Peccato però che doveva fare ancora un altro giro del circuito. Finirà 56esimo. Il voto è basso, ma sappi caro Eloy che sei il nuovo eroe di questa redazione.

Brunetta, voto 3: Renatino questa è l’ultimo voto per questo campionato. Ma non ti preoccupare ti stimeremo ancora…anche in spiaggia a Copacabana.
Continua a leggere

Annunci

Il Pagellone del Martedì.

mosca

10 Marzo 2013

Medici obiettori di coscienza, voto 0: Se si lavora per lo Stato si rispettano le leggi dello Stato. E non si mina la libertà altrui, non si lede la dignità di nessun cittadino. Se per loro vengono prima le proprie convinzioni che le leggi (e il rispetto) sono liberissimi di andare a lavorare per cliniche private di orientamento confessionale.

La Formula 1, voto 0: Il nuovo regolamento la rende ancora più noiosa e complicata, ma soprattutto silenziosa. No alla F1 moderna.

Mario Gomez, voto 2: Dà a Renzi la maglia viola autografata da regalare ad Angelona. Ruffianata.

La Finta Sinistra, voto 2: “E cosa se ne fanno gli italiani di 80 euro in più al mese??” hanno commentato molti della cosiddetta Sinistra diffusa, parlando dei provvedimenti del governo Renzi. Se vogliono scriviamo venti “pagelloni” per fargli l’elenco. Ma ci rendiamo conto che se per loro 80 euro sono il costo dell’aperitivo del lunedì, non possono capire. Criticare Renzi da destra, anzi dal versante aristocratico, anzi dall’alto. No, non è la scelta giusta. Sono come i catenacciari che vengono puntualmente sconfitti quattro a zero: minoritari, noiosi, perdenti.

Gianluca Buonanno, voto 2: E’ più sicuro che il deputato leghista, quando apre la bocca, dica una stupidaggine che la Juve vinca lo scudetto quest’anno. Monotono.

Seedorf, voto 3: Si dimostra un ottimo candidato per guidare la lista Tsipras in Italia. Prende in mano il Milan promettendo rivoluzioni, infila una sconfitta dietro l’altra, con tanta, tanta, confusione. Non bastasse tutto questo, riesce dove Allegri aveva fallito: buttare fuori il Milan dalla Champions. E’ la prova provata che non basta essere giovani e rampanti, ma che l’esperienza ha ancora il suo perché.

Maria Elena Boschi, voto 3: La Camera approva il Porcell..Italicum. Manca ancora l’approvazione del Senato ma lei dice che ora abbiamo una nuova Legge Elettorale. Probabilmente il prof. di Diritto Costituzionale era distratto durante l’esame.

Mexes, voto 3: Forse è confuso, ma scambia una partita di calcio per una gara di arti marziali. Bollito. Continua a leggere