Il Pagellone (1a Giornata)

Paolo Del Debbio, voto 1: la sua trasmissione su Rete 4 ormai è il punto di riferimento di tutti i razzisti italiani. Roba che al confronto, i “buuu” rivolti ai giocatori di colore diventano sfottò simpatici.

I tg, voto 1: L’estate è un brutto periodo per l’informazione italiana, le notizie variano dal non uscire nelle ore più calde alla dieta dei pesci rossi passando per i nomi dei neonati più gettonati nel 2015. Più scontati della vittoria del Milan al “trofeo Tim”.

La borsa cinese, voto 2: segna più perdite dell’Inter di Moratti. É arrivata come un temporale il 15 agosto a turbare i sonni non tanto tranquilli degli europei.

Gennaro Migliore, voto 2: Critica Marino perchè ancora in ferie negli Usa e immaginandosi sindaco di Roma ci dice cosa avrebbe fatto. Poveri romani, gli tocca pure Genny come sindaco immaginario.
Ps. voto 10 da parte della redazione di Napoli, ovviamente. Scampato pericolo.

Pannella-Bonino, voto 3: questa estate é stata anche povera di gossip, tanto da doverci accontentare del divorzio tra Pannella e la Bonino, una specie di acquisto a parametro zero alla Galliani.

Brunetta, voto 3: una canzone neomelodica partenopea recita così “senza ‘e te nun pozz sta pecchè tu m’appartien” (senza di te non posso stare, perché tu mi appartieni). Anche quest’anno, con stima immutata, sarai con noi Renatino. Continua a leggere

Il Pagellone (23a Giornata)

 

Claudio Lotito, voto 1: il pensiero del Presidente della lazio o, per intenderci meglio, del nuovo “padroncino” del calcio italiano, è la dimostrazione del nostro slogan  “no al calcio e alla politica moderni”. Per essere chiari, noi di qua e Lotito di là.

 

Unione Europea, voto 1: mette la pistola alla tempia della Grecia: o Tsipras rispetta il programma della troika o non si concederanno aiuti. Scandaloso che si preferisca il rispetto del vincolo di bilancio piuttosto che un cittadino greco possa sopravvivere. In questo senso, possiamo dire che Lotito si sia allineato perfettamente agli standard europei.

 

Primarie PD Campania, voto 1: neanche il grande Eduardo Scarpetta avrebbe scritto una trama così comica. Per la serie “Primarie del pd: miseria e miseria”. Eh si, di nobile non c’è proprio nulla. Continua a leggere

No al calcio moderno!

La frase di Lotito: «Con Carpi e Frosinone in A non si guadagna» è la descrizione migliore del perchè è nato il nostro blog collettivo. Contro un’idea di società in cui tutto si mercifica, e l’unico valore pare essere la quantificazione monetaria, nel calcio, come nella politica o nella società. Noi continuiamo ancora a credere nelle storie, nella dignità delle sconfitte, nel coraggio delle grandi imprese che sovvertono i pronostici e cambiano la storia.
Ecco, semplificando: di là Lotito, di qua noi. Forse troppo spesso assieme a Brecht e dalla parte del torto, ma comunque curiosi di scoprire, ancora, la bellezza del mondo.

Il Pagellone del Lunedì

mosca37ª Giornata.

Dell’Utri, voto 2: il fatto che si dichiari prigioniero politico è di sicuro la barzelletta della settimana. Si ride per non piangere.

Lega Calcio, voto 2: Le prime due squadre del campionato fanno parte dell’opposizione agli attuali vertici della Lega Calcio. Un organismo che va riformato, rinnovato, a partire dal presidente. I capi del calcio italiano chiudono la stagione con un raccolto magrissimo, in termini d’immagine e di risultati sportivi. Una casualità?

AreaDem, voto 2: un nostro redattore ha ricevuto un invito per la presentazione di AreaDem, si legge nell’invito l’area che sostiene Renzi ma fa riferimento a Franceschini e Fassino. Ecco non sentivamo proprio il bisogno di ricordarci della loro esistenza.

Salvini, voto 3: bisogna ammettere che ha avuto coraggio a fare un tour elettorale al,sud. Ma ci vuole una bella faccia di bronzo a lamentarsi se vieni contestato a Napoli. Chi non salta paraculo è! Continua a leggere