Il Pagellone (23a Giornata)

 

Claudio Lotito, voto 1: il pensiero del Presidente della lazio o, per intenderci meglio, del nuovo “padroncino” del calcio italiano, è la dimostrazione del nostro slogan  “no al calcio e alla politica moderni”. Per essere chiari, noi di qua e Lotito di là.

 

Unione Europea, voto 1: mette la pistola alla tempia della Grecia: o Tsipras rispetta il programma della troika o non si concederanno aiuti. Scandaloso che si preferisca il rispetto del vincolo di bilancio piuttosto che un cittadino greco possa sopravvivere. In questo senso, possiamo dire che Lotito si sia allineato perfettamente agli standard europei.

 

Primarie PD Campania, voto 1: neanche il grande Eduardo Scarpetta avrebbe scritto una trama così comica. Per la serie “Primarie del pd: miseria e miseria”. Eh si, di nobile non c’è proprio nulla. Continua a leggere

Annunci

Il Pagellone (1a Giornata)

 moscaIl Pagellone, prima giornata:

Lazio, voto 2: non vorremmo essere facili profeti di sciagure, ma Lotito merita la retrocessione. Il campo ci darà ragione.

Meloni, voto 2: preferivamo quando nei manifesti c’erano le sue foto photoshoppate e non quelle rubate ad Oliviero Toscani.

Tavecchio, voto 2: amico di Brunetta.

Brunetta, voto 3: campionato nuovo, stessa stima.

Renzi, voto 3: bocciato, il gelato da Grom lo prendono solo i turisti giapponesi.

Giannini, voto 3: speriamo di ricordarci di lei solo per il topless e non per quello che combinerà alla scuola.

Hamsik, voto 4: il capitano del Napoli gioca forse la partita più brutta da quando veste la maglia azzurra.

Bertinotti, voto 4: dopo le sue dichiarazioni, adesso, possiamo dire che è stato il primo dirigente troll della sinistra. Guzzanti aveva capito tutto.

Larrondo, voto 4: l’Inter dovrebbe aumentare lo stipendio al suo miglior difensore dopo la prestazione all’Olimpico, peccato che sia un calciatore del Toro.

Mazzarri, voto 5: inizia il campionato e Mister lamento non ci delude. Se per ogni lamento gli dessero un punto, l’Inter quest’anno vincerebbe lo scudetto.

Manchester United, voto 6: I Red Devils hanno i soldi e non hanno paura di usarli. Ma da grandi poteri (economici) derivano grandi responsabilità. Restiamo in attesa.

Gervinho, voto 7: ha segnato, evento più unico che raro. se inizia a segnare pure lui, per i lupacchiotti è proprio l’anno buono. Romanisti non vi toccate!

Inzaghi, voto 7: complimenti, super Pippo! Continua a leggere