#volevolaIotti – Quarta chiama: ultima puntata.

10965945_10206295433373150_1148755076_n

di Rosa Luzzanemburg

Civati diceva ieri che siamo come in una telenovela, in cui ci sono sempre le puntate in cui si litiga, un po’ per finta un po’ per davvero. Beh Pippo, oggi diremmo che a Montecitorio si è girato uno di quei puntatoni stagionali imperdibili da soap, in cui regna l’armonia, un po’ per finta un po’ per davvero. L’atmosfera infatti era molto stile villa Forrester e i protagonisti tutti belli, tirati a lucido, da primo matrimonio di Brooke e Ridge insomma. Continua a leggere

Annunci

La giornata tipo del candidato alla Presidenza della Repubblica

 

Ore 6.00: Il candidato ideale alla PdR si sveglia con una leggera e vibrante ansia. Fruga velocemente nel cassetto del comodino, mentre ha ancora gli occhi mezzi chiusi, e prende la carta d’identità: si, ha ancora più di cinquant’anni, è tutto ok.

Ore 6.10: Mentre prepara il caffè con la moka, in ossequioso e vibrante omaggio al suo predecessore, ripete a memoria tutti gli articoli della Costituzione, compreso l’ineffabile e fondamentale articolo 85. Controlla anche velocemente su Google che non sia cambiato negli ultimi mesi, non si sa mai.

Ore 6.30: Per entrare definitivamente in clima pre-partita sveglia tutta la casa mettendo sul giradischi l’inno di Mameli a tutto volume. Gli scende una lacrima, pensando alle volte che dovrà convincentemente commuoversi nell’arco dei prossimi sette anni.

Ore 7.00: Controlla la rassegna stampa con scrupolosa e vibrante attenzione. Legge la lista dei papabili con apprensione: spera che il suo nome ci sia, come deve esserci, ma che non sia assolutamente inserito tra i preferiti. Outsider fino alla “quarta chiama”, sorride e spera sornione, immaginando i corazzieri che eseguono un ballo di gruppo in suo onore, come se fossero in un film di Bolliwood.

Ore 7.15: Manda un sms di caloroso buongiorno a Matteo Renzi, Silvio Berlusconi, Angelino Alfano, Beppe Grillo, Nichi Vendola, Matteo Salvini, Bruno Vespa, Eugenio Scalfari, Paolo Cirino Pomicino, Antonio Conte, Massimo Giannini, Fabio Volo, Gianni Morandi, Francesco Sole e a tutti gli altri opinion maker mainstream dai quali potrebbe dipendere la sua elezione. Solo per imparare la definizione “opion maker mainstream” ha fatto un corso d’inglese per sei mesi: la carica di PdR richiede immensi sacrifici, è proprio vero. Continua a leggere

La prima chiama

 

10950058_10205019321556006_490321298_n

«Livia, ti pago io il viaggio, ma va due settimane a Parigi e impara a vestirti…». Lo disse un giovane segretario del PCI torinese, Piero Fassino, a Livia Turco. Ne sono passati di anni, ed oggi siamo qui a parlare di LadyLike. Ma siccome anche noi, ogni tanto, cediamo alla modernità, sempre con stile sobrio, dedicandola a Nilde Iotti inauguriamo la nostra nuova rubrica di Stile e Politica.

Primo Episodio: La prima chiama.

di Rosa Luzzanemburg Continua a leggere

Il Pagellone (20a Giornata)

Oggi é la Giornata della memoria. Potremmo schierarci dalla parte della retorica, oppure scegliere la controparte della polemica. L’unica cosa che ci sentiamo di scrivere é che oggi ricordiamo, da domani torneremo a lottare affinché non accada mai più.
Perché noi siamo ebrei nei campi di concentramento, palestinesi sotto le bombe, indiani d’America trucidati, armeni e curdi e sterminati. Noi siamo zingari, omosessuali, testimoni di Geova, cristiani in Nigeria, buddhisti in Tibet, mussulmani su di una carretta del mare. Noi siamo quelli che le minoranze violente e le maggioranze indifferenti hanno condannato e condannano a morte in nome dell’odio e della paura. Siamo tutti loro, loro che oggi ricordiamo, loro per cui domani ci impegneremo; con le nostre armi: l’ironia, la cultura, la speranza.  Continua a leggere

La finale. Sondaggio di #volevoilrigore: chi vorreste al Quirinale?

Ci siamo. Terminate le eliminatorie, ora si entra nel vivo delle quirinarie: chi sarà il candidato Presidente della Repubblica di #volevoilrigore?

Il primo turno si è chiuso con circa 3mila votanti, ma ora si inizia a fare sul serio.

Ai primi sei in classifica, si sono aggiunte le cinque teste di serie: Massimo D’Alema, Marco Pannella, Edwige Fenech, Silvio Berlusconi e Piero Angela.

Ora che il nostro 11 è schierato in campo, la palla passa a voi.

Questa volta potete esprimere una sola preferenza.

[poll id=”3″]